Paola Angelini, Guida Turistica a Firenze

Paola Angelini

Firenze è una delle città Italiane più famose al mondo, celebre sia per l’immensità del suo patrimonio culturale che per la bontà dei piatti tipici della tradizione locale. Quando si è in visita in una città che non si conosce, c’è sempre il pericolo di non calcolare bene tempi di percorrenza e distanze tra i monumenti, con la conseguenza di non riuscire a visitare tutto ciò che si era programmato o magari di non fare in tempo a gustare quel particolare piatto o pietanza. Per evitare spiacevoli episodi come questo, è bene affidarsi a qualcuno che conosce bene la città e può aiutarci a scoprirla al meglio, arricchendo la nostra esperienza con aneddoti e curiosità dei quali altrimenti non avremmo mai  saputo l’esistenza.Paola Angelini è una guida turistica autorizzata di Firenze, città che ama e conosce come le sue tasche, che ha deciso di fare del suo grande amore per il capoluogo Toscano una ragione di vita. La ricchissima storia e l’immenso patrimonio culturale di Firenze infatti, hanno colpito Paola sin dal su arrivo in città, nel lontano 1984,quando non sapeva ancora che la sua passione sarebbe poi diventata un lavoro. Nel 1998 è quindi diventata una guida turistica ufficiale della città di Firenze, e da allora organizza tour della città per gruppi grandi e piccoli provenienti da tutto il mondo (Paola parla correttamente in Inglese, Francese, Spagnolo e Tedesco), ma anche servizi accessori quali prenotazione di visite ai musei, transfer per l’aeroporto ed altre destinazioni, prenotazioni di alberghi e ristoranti. Le innumerevoli testimonianze positive che i turisti hanno deciso di lasciare per Paola, quali quelle di Tripadvisor per esempio, sono l’ulteriore conferma di quanto sia bello e coinvolgente lasciarsi guidare alla scoperta di una città da chi possiede innate doti comunicative, grande conoscenza del luogo ed una passione smisurata per questo lavoro. Potete raggiungere il sito di Paola Angelini cliccando qui http://www.guidedflorencetours.com/

 

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+